Funzione „Snooze“ – meglio di no!

Funzione „Snooze“ –  meglio di no!

Le notti sono sempre più lunghe e per molti la sveglia suona per la prima volta quando è ancora buio. È allettante premere il pulsante snooze e tornare al caldo sotto la trapunta.

Già da tempo ci sono opinioni contrastanti riguardo questa funzione. Mentre alcuni dicono che il pulsante snooze è nocivo per il nostro sonno, recentemente i ricercatori hanno invece affermato che, non ha nessun effetto negativo.

Come ben sappiamo, il nostro sonno attraversa diverse fasi. Ma cos’hanno a che fare queste fasi di sonno con il tasto snooze? Lo spiega il direttore medico dei centri per i disturbi del sonno dell’Arizona, Robert S. Rosenberg: azionando il tasto snooze quel poco di sonno extra aggiunto viene frammentato. Quando suona la sveglia non sappiamo in quale fase del sonno ci troviamo e comunque questa viene interrotta. Interrompere una fase del sonno è di per se nocivo per il nostro corpo e se succede nella fase sbagliata, a causa del risveglio improvviso, si fatica poi ad alzarsi. Sarebbe meglio svegliarsi da soli e alzarsi solo, quando un ciclo di sonno è completato. È chiaro che, questo non è compatibile con la vita professionale e quindi non possiamo fare a meno dell’odiata sveglia.

Con il tasto snooze però, possiamo chiudere ancora una volta gli occhi e dormire un pochino. Il nostro corpo inizia un nuovo ciclo di sonno, della durata di 5/10 minuti, troppo pochi. Ancora un volta, il nostro corpo viene risvegliato nella fase di sonno sbagliata.

Più spesso strappiamo il nostro corpo al sonno più ci sentiamo disorientati quando è ora di alzarsi.

Secondo Rosenberg, sarebbe meglio alzarsi subito quando suona la sveglia. Ci porterebbe comunque qualche minuto in più di sonno e nello stesso momento ci aiuterebbe ad alzarci più in forma.

I sostenitori del pulsante snooze sostengono invece che, il suo uso non deve compensare il sonno mancante ma, piuttosto, prolungare la fase di risveglio.

Il tasto snooze sarebbe dannoso solo se, ci si risvegliasse sempre nella fase di sonno profondo e gli ulteriori 9 minuti di sonno extra sarebbero comunque troppo pochi per arrivare a questa fase.

Comunque la si guardi, alzarsi da un letto confortevole e caldo è sempre difficile ed è sempre meglio ascoltare le esigenze del proprio corpo. Se a qualcuno fa piacere saltare fuori dal letto al primo squillo lo deve fare tranquillamente. A chi, invece, ha bisogno di più tempo per alzarsi, sonnecchiare qualche minuto in più non farà certo male.

Fonte: http://www.answersforsleep.com/snooze-alarm/snooze-button-bad/

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *