Dormire a sufficienza protegge dai raffreddori

Dormire a sufficienza protegge dai raffreddori

Cosa c’è di vero nel detto “Il sonno è la migliore medicina”? Quale influsso ha di fatto il sonno sul nostro sistema immunitario? Un sonno salutare può aiutare a prevenire alcune malattie?

Le risposte a queste domande, le abbiamo trovate in un interessante articolo apparso nella rivista online Ärztezeitung (giornale di medicina). Lo scritto è in effetti apparso già nel 2009, ma resta tuttavia attuale: studi realizzati alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh hanno dimostrato che le persone che dormono meno di sette ore a notte corrono un rischio 3 volte superiore di prendere un raffreddore rispetto a quelle che ne dormono almeno otto. Un buon sonno può quindi aiutarci a superare la stagione fredda senza prendere raffreddori.

Il risultato dello studio:

Meno si dorme più facilmente ci si ammala. Nel gruppo di persone che dormivano meno di 7 ore l’incidenza di raffreddori era tre volte superiore a quella del gruppo in cui le persone dormivano almeno 8 ore a notte. La sensazione di sentirsi comunque riposati non ha giocato qui alcun ruolo. (Arch Int Med 169, 2009, 62).

Tuttavia, le persone che dormivano effettivamente meno del 92% del tempo che passavano a letto sono incorse in un rischio d’ammalarsi maggiore di 1/5, rispetto a quelle che dormivano almeno il 98% del tempo trascorso a letto.

Una possibile spiegazione di questi risultati, secondo il punto di vista del dottor Sheldon Cohen, autore dello studio, potrebbe essere quella secondo cui i disturbi del sonno influenzino negativamente la produzione di importanti sostanze di cui il sistema immunitario necessita per combattere al meglio gli agenti patogeni che si insinuano nel corpo.

Il sonno è effettivamente “la miglior medicina”

Proprio durante la stagione fredda quindi, un sonno quantitativamente sufficiente e di buona qualità è particolarmente importante. Esso aiuta il nostro sistema immunitario a difendere il corpo da eventuali agenti patogeni e quindi a prevenire fastidiosi raffreddori. Se invece fosse ormai troppo tardi e soffriste già dei primi sintomi da raffreddamento il consiglio rimane sempre lo stesso: andate a dormire. Solo in questo modo il corpo può riprendersi in fretta e produrre nuovi anticorpi.

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *