La mancanza di sonno altera la memoria.

La mancanza di sonno altera la memoria.

I testimoni oculari di un incidente o di un crimine sono affidabili anche se non sono riposati? Lo scienziato Steven J. Frenda dell’ Università della California si è dedicato allo studio del collegamento tra mancanza di sonno e falsi ricordi . Un recente esperimento (LINK) dimostra quanto la mancanza di sonno può influenzare la nostra memoria.

I 104 partecipanti, tutti studenti universitari, sono stati divisi in quattro gruppi: alla metà, la sera, sono state mostrate una serie di foto di un crimine, ad un gruppo poi è stato permesso di andare a dormire mentre l’altro è dovuto rimanere sveglio. Ai gruppi tre e quattro invece è stato fatto l’esperimento in ordine inverso- una parte ha dormito tutta la notte e l’altra è dovuta rimanere sveglia e ai partecipanti le foto sono state mostrate appena al mattino. Nella seconda parte dell’esperimento tutti i partecipanti hanno ricevuto il testo con la descrizione del reato illustrato dalle foto ma con dettagli discordanti o falsi.
Quando gli studenti hanno dovuto descrivere il crimine è risultato chiaro che, i ricordi di coloro ai quali sono state mostrate le foto e i testi dopo la notte insonne, erano peggiori di quelli che invece hanno dormito.

Secondo i ricercatori è evidente che la cattiva memoria è direttamente collegata alla mancanza di sonno. La credibilità di un testimone oculare dipende effettivamente da quanto è riposato. Adesso i ricercatori vogliono scoprire maggiori dettagli con ulteriori esperimenti.

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *