Una pericolosa compagna di viaggio: La stanchezza al volante

Ogni viaggiatore li conosce: estate e sole ma anche viaggi senza fine, traffico e colonne.
Il viaggio per le vacanze può diventare rischioso e a volte purtroppo anche mortale.

Un incidente mortale su quattro e un incidente stradale su tre sono causati dal sonno e dall’eccessiva stanchezza. Motivo sufficiente per riflettere sullo stress pre vacanziero.
Chi non si siede al volante riposato o chi vuole guidare tutta la notte dopo una giornata di lavoro, incorre in un grande rischio e mette in pericolo non solo se stesso ma anche i compagni di viaggio, la famiglia e gli altri conducenti.

Qui di seguito troverete i dieci Comandamenti contro la stanchezza al volante.

  1. Sedetevi al volante solo se siete riposati
    La regola dice: ogni notte bisognerebbe dormire tra le sette e le nove ore. Quindi prima di ogni lungo viaggio con l’automobile sono necessarie almeno tre precedenti notti di sonno regolare.
  2. In automobile date importanza al comfort
    Il “posto di lavoro” dell’automobilista deve essere confortevole. Posizione del sedile regolata, abbigliamento comodo e aria condizionata moderata in estate.
  3. Mangiate in modo corretto
    Troppo abbondante, troppo pesante, troppo grasso- tutto ciò favorisce la stanchezza.
    Alimenti ricchi di fibre e facilmente digeribili suddivisi in tanti piccoli pasti-sono economici e costringono a fare delle pause. Mangiare durante il viaggio distrae!
  4. Bevete regolarmente anche durante il viaggio
    La bottiglia d’acqua deve essere un compagno di viaggio costante. Attraverso il sudore e la respirazione si perdono molti liquidi e l’aria condizionata peggiora la situazione. In un viaggio lungo può diventare un problema. In seguito alla perdita di liquidi il sangue diventa più denso e al cervello arriva poco ossigeno-la stanchezza è la conseguenza. Già solo un 2% in meno di liquidi nella circolazione sanguigna porta a un 20% in meno di concentrazione!
  5. Non fumate in auto
    Il fumo di sigaretta in auto diminuisce la concentrazione di ossigeno e la sua carenza provoca stanchezza.
  6. Interpretate i vostri segnali di stanchezza
    Ognuno conosce se stesso anche per quanto riguarda i segnali della stanchezza. Palpebre pesanti, occhi socchiusi, strofinarsi continuamente il viso ecc.
    Aiuta solamente una cosa: fare una pausa il prima possibile.
  7. Fermatevi regolarmente per fare delle pause e fate movimento
    Anche se non vi sentite ancora stanchi le pause regolari sono un obbligo. Fate piccoli esercizi di ginnastica per riattivare la circolazione.
  8. Ricorrete al “PowerNap” (sonnellino “energizzante”)
    In un ciclo di 24 ore una persona ha due punti bassi assoluti: tra l’una e le 3 del mattino e tra le 13 e le 15 del pomeriggio. Chi si trova in viaggio in questi orari si deve concedere un sonnellino di 20 minuti.
  9. Non fate affidamento su caffè e bevande energetiche
    Contro la stanchezza esiste solo un rimedio: dormire!
    Caffè e bevande energetiche hanno un effetto ritardato che dura poco e non possono sostituire il sonno.
  10. Siate critici con voi stessi
    No, non avete sempre tutto sotto controllo. La sola forza di volontà non garantisce di guidare più sicuri. Prima o poi il vostro corpo si procurerà automaticamente il sonno di cui ha bisogno. Quindi: autocritica, ammettere di essere stanchi è la migliore protezione contro conseguenze fatali.

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *