Nuove conoscenze: La nostra alimentazione influisce sulla qualità del sonno

Nuove conoscenze: La nostra alimentazione influisce sulla qualità del sonno

Mangiare e bere sono bisogni fisiologici fondamentali dell’individuo. E sapete quale altro ancora? Il sonno. È importante per la rigenerazione, l’elaborazione e l’ordine di tutte quelle informazioni ed esperienze che facciamo durante il giorno. Senza un sonno rigenerante siamo esausti, irritati e distratti.

Pensate che, una persona su tre soffre, anche a volte solo temporaneamente, di disturbi del sonno. Ricorrere ai sonniferi, con indesiderati effetti collaterali, non è sicuramente la soluzione giusta.

Attualmente recenti studi della medicina nutrizionale hanno dimostrato che, ci sono evidenti relazioni tra la dieta quotidiana e la qualità del sonno. Un sonno ottimale necessita di specifiche sostanze nutritive. Con una dieta equilibrata, per addormentarci, a letto non avremo più bisogno di contare le pecorelle.

Ma quali sono le sostanze nutritive che ci permettono di avere un sonno profondo e indisturbato?

La medicina nutrizionale è ormai a conoscenza di importanti dettagli sulla relazione tra le nostre abitudini alimentari, le nostre prestazioni mentali e la capacità di rigenerazione.
Determinate vitamine e amminoacidi giocano un ruolo fondamentale per un sonno naturale e salutare. Importante è la combinazione nutrizionale tra vitamine bioattive, amminoacidi e , e questa è un’assoluta novità, l’estratto standardizzato di papavero da oppio.

Altri nutrienti per un migliore addormentamento sono:

L’amminoacido L-Glutamina e la vitamina bioattiva B 6. Contribuiscono alla formazione del GABA (acido γ-amminobutirrico), un importante neurotrasmettitore rilassante. Il GABA favorisce la pace interiore e la predisposizione all’addormentamento.

Poiché le fasi di sonno profondo sono particolarmente importanti per un sonno salutare, dopo l’addormentamento è necessario il mantenimento ottimale del sonno. Anche per questo abbiamo bisogno di alcuni micronutrienti.

Per il mantenimento del sonno è importante l’amminoacido 5-HTP (triptofano). Durante il buio favorisce, insieme all’ amminoacido N-Acetyl-Methionine e la vitamina B 5, la produzione dell’ormone del sonno  melatonina. La melatonina si forma nella ghiandola pineale del nostro cervello e contribuisce al mantenimento del sonno.

Come ci dovremmo alimentare per favorire l’addormentamento e per dormire indisturbati tutta la notte?

È molto importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata che contenga principalmente i seguenti prodotti naturali: Soia, noci, germe di grano, avocado, pesce, banane, prodotti integrali, spinaci, mandorle, farro verde, piselli, asparagi, broccoli, champignon, riso integrale, carote, pomodori.
In farmacia è possibile trovare una combinazione di sostanze nutritive necessarie per un sonno migliore.
Una cosa però deve essere chiara: tutte le sostanze nutritive della nostra dieta quotidiana avranno beneficio solo se poi dormiremo in un letto sano e sviluppato scientificamente.

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *