Nel calore della notte …

Sette semplici consigli per dormiere meglio.

Estate, sole, afa. Anche di notte difficilmente si può trovare la pace. Ci rigiriamo nel letto. Con temperature intorno ai 30 gradi dormire è più che difficile. Gli ambienti rivolti verso ovest, in particolare, stentano a rinfrescare. Questo è un problema per il corpo perché la vecchia convinzione che in estate l’organismo necessita di meno sonno è semplicemente sbagliata. Per poter dormire bene è necessario ridurre la temperatura corporea.

Alcuni consigli per affrontare il calore della notte:

  1. Arieggiare in modo corretto.
    Soprattutto in estate, nonostante il caldo, prima di andare a dormire la camera andrebbe arieggiata adeguatamente per almeno dieci minuti. Durante il giorno oscurare comunque mediante tapparelle con lamelle riflettenti.
  2. Il climatizzatore più piccolo del mondo.
    È sufficiente riempire d’acqua una bottiglia di plastica da 1,5 litri e porla per circa una mezz’ora nel congelatore. Avvolgere poi la bottiglia in un panno sottile e collocarla in fondo al letto all’altezza delle piante dei piedi. Fa miracoli…
  3. Docce alternate.
    Prima di andare a dormire fare una doccia alternando acqua calda (non bollente) e acqua fredda (non gelata). Attraverso l’evaporazione il corpo si raffredda.
  4. Sport e movimento.
    Aiuta il corpo a rilassarsi ma solo se praticato fino a un’ora e mezza prima di andare a dormire. È il tempo necessario al corpo per abbassare il livello degli ormoni dello stress prodotti dal movimento intenso.
  5. Biancheria da letto e materasso.
    Anche nelle notti più calde non bisognerebbe rinunciare a coprirsi almeno con un lenzuolo. Che ci crediate o meno, solo con il calore il corpo si può raffreddare. E girate il materasso più spesso del solito perché assorbe più sudore. A proposito: i materassi Wenatex , per le proprietà dei loro materiali, sono adatti per ogni stagione, quindi anche per l’estate.
  6. Bere tanto.
    Da non dimenticare: almeno due litri di acqua minerale, tè senza zucchero ecc. al giorno per mantenere attiva la circolazione del sangue e impedire un calo di prestazioni. Solo un due per cento in meno di liquidi nel sangue significa un 20 per cento in meno di concentrazione!
  7. Alimentazione.
    Si dorme meglio dopo tante piccole porzioni di verdura, frutta, prosciutto magro o anche pesce piuttosto che dopo un pasto abbondante. E attenzione all’alcol: con il caldo, un bicchierino di troppo potrebbe avere un evidente effetto sgradevole.

 

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *