Muffa – Un problema sottovalutato

Cattivo odore, brutte macchie scure – muffa! Un problema da non minimizzare soprattutto in camera da letto. Le muffe, attraverso le loro componenti cellulari, i metaboliti e le spore, possono nuocere alle persone e agli animali domestici o quantomeno essere fastidiose.
Spesso causano gravi reazioni allergiche ma anche altri seri problemi di salute. È importante intervenire tempestivamente!

Molto spesso, la fastidiosa muffa, è causata da comportamenti sbagliati.

E, inoltre, le abitudini sbagliate consentono alla muffa di diffondersi. Di solito la colpa è di un inadeguato ricambio dell’aria. L’umidità si condensa sulle superfici fredde delle finestre, dei muri e nella parte bassa dietro gli armadi, creando un terreno fertile per le muffe. Perciò è necessario riscaldare in modo adeguato e innanzitutto arieggiare.

Bisognerebbe arieggiare almeno due volte al giorno, soprattutto in camera da letto, per buoni dieci minuti, affinché sia garantito un ideale ricambio d’aria. Anche quando fuori è ancora molto freddo (ma anche troppo caldo).

Non di rado la formazione della muffa è causata da errori di costruzione dei muri. Naturalmente possono causare la muffa anche infiltrazioni d’acqua o, per esempio, tubi dell’acqua danneggiati. In questo caso non sarà sufficiente trattare la superfice dei muri con spray anti muffa ma si dovrà rimuovere la causa.

Una cosa, però, è certa: il problema non potrà essere rinviato a lungo. La muffa è un problema serio e sottovalutato.

Quindi prestiamo attenzione a quanto segue:

La temperatura ideale della camera da letto deve essere tra i 14 e i 18 gradi! Anche se, naturalmente, questa non deve essere la regola. La temperatura giusta è senza dubbio quella che ci fa sentire bene. Ma in camera da letto non ci dovrebbero mai essere più di 20 gradi.

Avreste mai pensato che , in una notte, emettiamo circa mezzo litro di acqua con la respirazione e l’evaporazione? Come per la temperatura dobbiamo prestare attenzione anche all’umidità: la percentuale dovrebbe oscillare tra il 45 e il 55 per cento. Un igrometro potrebbe essere utile.

Tutto questo ci consentirà di dormire bene senza muffe e allergie….

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *