Dormire è vitale per ognuno di noi

Dormire è vitale per ognuno di noi

Sapevate che, ognuno di noi in circostanze normali, su 8760 ore all’anno ne passa 3000 a letto? Questo non è semplicemente importante ma è vitale. Io lo sottolineo così tanto perché tutti noi, in molti casi, sottovalutiamo o addirittura banalizziamo un sonno troppo breve o disturbato. Spesso sentiamo che, chi ha dormito poco e male, la mattina dopo si sveglia distrutto, senza energia, come ubriaco. Affermazioni gravemente riduttive perché, in realtà, chi dorme poco o male sta giocando con la sua vita. Dobbiamo sapere che: l’essere umano può sopravvivere alcuni giorni senza bere. Può reggere diverse settimane senza cibo ma, dopo 60 ore senza sonno, sopraggiungono gravi problemi di salute che possono condurre alla morte.

Perché la mancanza di sonno è così pericolosa per l’essere umano?

La risposta è logica: perché nell’organismo, durante il sonno, viene riparato, rigenerato, migliorato e rico struito. Corpo, mente e anima vengono ricaricati di energie e preparati per una giornata di successo. Per tutte queste vitali operazioni è importante un sonno sano e indisturbato. Ci deve essere una fase di addormentamento, con rilassamento muscolare e movimenti oculari rapidi ad occhi chiusi. Poi, passo per passo, deve seguire il programma di sonno: i muscoli diventano sempre più sciolti. Le membra diventano pesanti. La temperatura corporea diminuisce. Il battito cardiaco e il ritmo respiratorio sono regolari. In seguito, lentamente, diminuisce la coscienza. Gli occhi si muovono ancora avanti e indietro. Il battito cardiaco e la circolazione diminuiscono. Il sistema immunitario comincia a rigenerarsi e a ricostruire. Ora deve esserci spazio per i sogni, anche se noi poi il mattino dopo non li ricordiamo più. È il momento della cosiddetta fase REM. Il battito cardiaco e la respirazione aumentano di nuovo. Gli occhi si muovono velocemente. Il cervello lavora a pieno regime.

Idealmente, se tutto andasse a questo modo, il mattino successivo ci si risveglierebbe di buon umore e pieni di vitalità. Ma non sempre è così. Molti dormono male o poco. Sembra incredibile ma il 30 percento della popolazione ha problemi di sonno. La medicina moderna attualmente riconosce 120 diversi disturbi del sonno.

E questi sono i pericoli mortali che possono essere causati da questo problema:

  • Il 25 percento di tutti gli incidenti stradali mortali sono provocati dalla mancanza di sonno. I disturbi del sonno hanno lo stesso effetto dell’ alcol nel sangue. Un esempio: chi dorme solo quattro ore reagisce come chi si siede al volante con lo 0,5 per mille di alcol nel sangue. Una notte in bianco corrisponde al tasso alcolemico massimo.
  • La mancanza di sonno è anche un elevato fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Tutto questo dimostra che poco sonno può costare la vita. Ognuno di noi dovrebbe quindi avere una ottimale igiene del sonno e se si verificano disturbi del sonno frequenti, richiedere assistenza medica.

Cosa possiamo fare da soli?

Sforzarci di adottare un sano stile di vita. Alimentarci in modo sano. Fare movimento e la sera andare a dormire sereni. Per questo creiamo un ambiente giusto che include un letto sano e confortevole. Un letto confortevole e di alto livello è importante per la qualità della nostra vita. Quindi non dimenticate: un sonno insufficiente mette a rischio la nostra vita.

Nessun commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *